ArturA – Arte & naturA

Sostenibilità: cambiare si può

IL MITICO SNACK MARS E’ DIVENTATO EQUO E SOSTENIBILE..

Shapiro, ex agricoltore, è confluito con la sua azienda nella multinazionale convincendola a garantire i coltivatori del Terzo Mondo e la qualità del prodotto


FONTE REPUBBLICA 8 maggio 2009 articolo di ENRICO FRANCESCHINI

marsLONDRA – Qualcuno la chiama Barbabianca, come se fosse una versione positiva e bonaria dei vari Barbablù e Barbanera delle fiabe. Qualcun altro lo scambia per un santone indiano, un istruttore di yoga o semplicemente un ex hippy che crede ancora di essere negli anni Sessanta. L’ultima definizione è parzialmente azzeccata: perché Howard-Yana Shapiro, americano di 61 anni, è davvero un ex figlio dei fiori, un “radical”, come si dice negli Usa, un ex contestatore, come diremmo noi, che non ha perso la voglia di lottare per un mondo migliore. Ma non vive più negli anni Sessanta. E ha capito che negli anni Duemila le lotte per migliorare il mondo si combattono in un altro modo.

Due decenni or sono, Shapiro ha fondato “Seeds for change” (Semi per il cambiamento), una piccola azienda di produzione e informazione su cibo organico, agricoltura sostenibile, difesa dell’ambiente. Vendevano sementi per l’agricoltura biologica. Gli affari andavano bene, la ditta è cresciuta, il fondatore era contento. Poi, un giorno del 1997, arrivò un’offerta inattesa: la Mars, gigante dell’alimentazione mondiale, la compagnia nota per le barrette di cioccolato al caramello dallo stesso nome e per un’infinità di altri prodotti, voleva acquistare “Seeds for change”. Continua a leggere

Annunci

maggio 8, 2009 Posted by | ambiente ecologia, Equo & Eco | | 1 commento